Archivi categoria: Microspie

Come capire se si è intercettati? Semplici trucchi

Pyro!

Semplici punti a cui prestare attenzione che possono aiutare a scoprire la presenza di microspie ambientali.

  • I mobili sono stati leggermente spostati e nessuno sa perché.
  • Hai notato degli strani suoni o variazioni di volume sulle tue linee telefoniche fisse.
  • Sei stato vittima di una effrazione ma non è stato rubato nulla.
  • Qualcuno ti ha appena regalato un aggeggio elettronico (un televisore, un cellulare, ecc.)
  • Riparazioni di telefoni, cavi elettrici, impianti di raccolta dell’acqua piovana, aria condizionata eseguiti senza richiesta.
  • Dei suoni provengono dal telefono fisso quando chiudi la chiamata.
  • Il tuo telefono squilla spesso e non risponde nessuno.
  • Ci sono strane interferenze sulla tua radio.
  • Le cornici degli interruttori sembrano essere state mosse leggermente.
  • Della polvere del muro viene notata sul pavimento o altrove.
photo by: gIadius

Costruire una microspia radio ambientale per telefono

green circuit board I
Creative Commons License photo credit: BotheredByBees

Per chi non ha le necessarie risorse per acquistare un set completo di microspie ma possiede una buona dose di pazienza e magari qualche conoscenza di base dell’elettronica, su Internet è facile trovare le istruzioni per costruire delle apparecchiature che possono svolgere un lavoro piu` che buono.

Si puo` fabbricare una microspia artigianale, con materiali che si possono facilmente ottenere riciclando una vecchia radio o acquistare per pochi euro.

Ecco a voi una semplice schema sul come costruire una microspia ambientale per intercettare una linea telefonica, si ricorda che tale guida è per appassionati di elettronica o semplicemente utenti curiosi, ma usare tale oggetto per spiare altre persone senza la loro autorizzazione è illegale.

La microspia opera trai i 88 e i 94 MhZ in banda FM, con un raggio di portata di circa 100 metri.
Tramite una semplice radio FM si puo` ascoltare la sua trasmissione.

Lista della spesa, nel formato Codice, Quantità, Descrizione.

R1 1 180 Ohm 1/4 W Resistor
R2 1 12K 1/4 W Resistor
C1 1 330pF Capacitor
C2 1 12pF Capacitor
C3 1 471pF Capacitor
C4 1 22pF Capacitor
Q1 1 2SA933 Transistor
D1, D2, D3, D4 4 1SS119 Silicon Diode
D5 1 Red LED
S1 1 SPDT Switch
L1 1 Tuning Coil
MISC 1 Wire, Circuit Board
L1 e` un avbolgimento di 7 spire di filo di 22 AWG avvolte su una punta 9/64 di trapano trapano

Con allungamento e la compressione delle spire di L1, è possibile modificare la frequenza del trasmettitore.
Il filo verde dalla linea telefonica va a IN1.
Il filo rosso della linea telefonica va a IN2.
Il filo verde da OUT1 va al telefono (s), così come il filo rosso da OUT2.
L’antenna è un pezzo di sottile (22 AWG) di circa 5 centimetri.
Tutti i condensatori sono classificati per 250V o superiore.
Il trasmettitore è alimentato dalla linea telefonica e funziona solo quando il telefono è in uso.
S1 può essere utilizzato per disattivare il trasmettitore ma non è necessario.
E` buona norma aggiungere una resistenza 300 ohm 1/4W in serie ai led.

Keylogger software: come controllare una persona che usa il computer

| apple-command |
Creative Commons License photo credit: arquera

Abbiamo parlato in un articolo precedente di cosa sono e come funzionano i keylogger hardware. Ora parlaremo dei keylogger software.

Il keylogger software e` un programma che si installa sul pc da controllare e che invisibilmente fa il suo lavoro, ovvero registrare tutto quello che viene premuto sulla tastiera. Quando voi vi presentate al computer, di solito tramite la pressione di una particolare combinazione di tasti o un’altra cosa simile che sapete solo voi, vi viene presentata la schermata riassuntiva delle intercettazioni eseguite.

Esistono molti programmi di questo tipo, spesso gratuiti, il consiglio e` di provarne un paio e di vedere quale si addatta di piu` alle vostre esigenze.

Io vi segnalo Home KeyLogger che e` di facile installazione e semplice utilizzo.

Bisogna dire pero` che la gran parte degli antivirus esistenti e` in grado di accorgersi della presenza di un keylogger e di segnalarlo all’utente.

Keylogger hardware: come spiare una persona che usa il computer

Aluminum Apple Keyboard
Creative Commons License photo credit: Andrew*

Come poter sapere tutto quello che una persona scrive al computer? Come e` possibile scoprire tutte le password, di ogni sito e servizio, che vengono inserite dall’utente?

Il keylogger permette di intercettare tutto quello che viene digitato sulla tastiera del nostro computer.

Esistono due tipi di keylogger: i keylogger hardware che sono dei dispositivi elettronici miniaturizzati che si interpongono fra la tastiera ed il computer; e i keylogger software, che si installano sul computer, come un qualsiasi programma.

I keylogger hardware sono di più difficile individuazione in quanto non vengono rilevati dai vari programmi antivirus e antispyware che un utente puo` installare per cercare di esser al sicuro.

La loro installazione e` molto semplice: si inseriscono tra la tastiera e il case del computer che si vuole spiare, dopo un  po’ di tempo (necessario all’utente per utilizzare il computer e produrre abbastanza dati), lo si stacca e lo si collega al proprio computer. Utilizzando un software particolare potrete vedere tutto quello che l’utente ha digitato sulla tastiera.

Ora dovete solo interpretarlo e capirne il contesto e il significato, cosa che potrebbe non essere facilissima.

Per ulteriori informazioni il sito Keylogger.org riporta svriati test indipendenti effettuati su alcuni keylogger.

Nel prossimo articolo vedremo invece cosa sono i keylogger software.

Come costruire una microspia radio FM

JTAG board 1
Creative Commons License photo credit: AMagill

La modulazione di frequenza, in acronimo FM (dall’analogo termine inglese frequency modulation), è uno dei sistemi utilizzati per trasmettere informazioni utilizzando un segnale a radiofrequenza. Appartiene alle modulazioni ad onda continua, ovvero quelle che modulano una portante sinusoidale, e tra queste in particolare appartiene a quelle che effettuano modulazione angolare (non lineare) dato che insiste sulla fase della portante. Nella FM vi è un legame lineare tra deviazione di frequenza e messaggio.

La FM consiste nel modulare la frequenza del segnale radio che si intende utilizzare per la trasmissione (detto portante) in maniera proporzionale all’ampiezza del segnale che si intende trasmettere.

La comune radio dell’automobile rappresenta un esempio chiaro di trasmissione FM, con un trasmettitore, l’emittente, e un ricevitore, la vostra autoradio.

Le prime microspie commerciali, ancora tutt’ora diffuse e commercializzate, sono proprio microspie FM. Ovvero dei piccoli trasmettitori miniaturizzati, che utilizzano un microfono per ascoltare il suono ambientale e lo trasmettono su una frequenza FM, che voi potete tranquillamente ascoltare con una comune radio, come quella dell’automobile.

Da questo immagino abbiate già intuito il limite di queste microspie, ovvero che tutti, se la trasmissione non è cifrata, possono ascoltare il contenuto dell’intercettazione. Questo viene comunque limitato dalla poca portata di tali microspie, che si aggira in qualche centinaio di metri se non meno.

Se siete appassionati di elettronica o sapete padroneggiare un saldatore, costruire una microspia di questo tipo è semplice e divertente.

Se volete cimentarvi nella costruzione in rete troverete molti schemi elettronici già pronti per microspie di vario tipo come qui, quo e qua.

Il lato negativo è che dovete porre fiducia nel progetto che trovate, potrebbe anche non funzionare o non essere progettato bene, e costruirvi il PCB, ovvero il circuito stampato, da soli.  E non tutti hanno la strumentazione per farlo.

Quindi vi consiglio di comprare uno dei tanti kit di montaggio, che sono testati e vi forniscono tutti i pezzi di cui avete bisogno, spesso anche risparmiandoci. Ce ne sono tantissimi ma come esempio vi porto questo di FuturaElettronica.