Archivi categoria: Privacy

Nuova tecnica 2011 per vedere le foto private su Facebook

five
Creative Commons License photo credit: woodleywonderworks

Come sapete ogni tanto viene scoperto un nuovo bug che permette di vedere le foto private degli utenti Facebook anche senza autorizzazione, fintantoche` quelli di Facebook non lo tappano.

Pochi giorni fa ne e` stato scoperto uno nuovo che qui vi descrivo!

Trovate la persona di cui volete vedere le foto non sono visibili. Se si clicca sulle azioni possibili rispetto a questa persona e, trovate tra le varie opzioni di segnalazione o bloccaggio, selezionate la casella “Immagine del profilo inappropriata”, cliccate su “Continua”.

Facebook ora chiedera` “compari tu o un tuo amico”? La risposta dovrà essere negativa e dovete selezionare “Nudo o pornografia”. Il passaggio successivo consiste nel segnalare la foto a Facebook (spuntando la relativa casella) senza inviare alcun messaggio alla persona coinvolta con la richiesta di rimozione del contenuto.

Infine si deve selezionare “Aiutaci a prendere provvedimenti segnalando altre foto da includere nel rapporto” per avere accesso a tutte le immagini private.

Evidentemente Facebook ha scritto male la funzione di sengalazione foto che rappresentano un abuso esponendo tutte le foto private degli utenti.

Ricordate pero` che per sfruttare questo di fatto segnalate come abuso, anche se magari non lo e`, la foto di un utente.
Quindi questo articolo e` da ritersi puramente informativo, e tutto quello che fate e` vostra libera scelta e responsabilita`.

Come trovare il codice fiscale

jm3 : director, user experience : my business cards
Creative Commons License photo credit: jm3

Avete bisogno di trovare il codice fiscale di qualcuno? O vi siete dimenticati il vostro e vi serve proprio ora?

L’algoritmo utilizzato per calcolare il codice fiscale e` di pubblico dominio, bastano quindi pochi dati anagrafici per riuscire a calcolarne quello di chiunque.

Ci sono inoltre svariati siti che mettono a disposizione questa funzionalita`.

Ad esempio io vi riporto quello di Virgilio Economia.

Nascondersi su Facebook facendo finta di essere offline

My weekend
Creative Commons License photo credit: trekkyandy

Volete collegarvi a Facebook in modo che nessuno se ne accorga? Volete nascondervi su Facebook? Volete risultare scollegati a qualche amici che ogni volta di rompe?

Esiste un metodo molto semplice, per collegarsi a Facebook e risultare offline (scollegati) a chi volete.

E` possibile creare delle liste grazie alle quali risultare offline su Facebook ad alcuni amici rimanendo reperibile per tutti gli altri, quelli meno fastidiosi.

Quello che dovete fare per crearla e` andare  nella voce Amici,  sulla destra nella pagina principale, cliccare sul pulsante Crea una lista. Si aprira` un box con la lista di tutti gli amici che, dargli un nome nel campo Inserisci un nome. Ora selezionare gli amici da inserire nella lista. Concludere con il pulsante Crea lista per eseguire la creazione della lista di persone a cui risultare offline.

Come proteggere i tuoi file con una password

Code
Creative Commons License photo credit: Anonymous Account

Certe volte ci sono casi in cui si deve proteggere un file ad ogni costo. Ad esempio dei segreti industriali, dei documenti bancari, delle foto piccanti devono essere tenute lontano da sguardi indiscreti.

Esistono vari programmi che permettono di proteggere con una password un file o intere cartelle.

Questi dopo essere installati vi permettono di creare dei volumi cifrati che possono essere sbloccati solo con la vostra password, i volumi cifrati possono essere spostati, copiati, portati in giro su una chiave USB. Quando vi serviranno i dati al loro interno vi bastera` utilizzare la vostra password per sbloccarli e visualizzare i vostri dati privati.

I programmi, gratuiti, che vi suggeriscono sono: Truecrypt e Protect Me. Questi sono di facile installazione e di uso intuitivo, provateli.

Come si rubano le password di Facebook

Dia 122: Desbloqueado
Creative Commons License photo credit: Freddy The Boy

Al giorno d’oggi si sente parlare sempre di piu` di casi in cui, in vari modi, sono state rubate o sottratte impropriamente le password di Facebook.

Questo viene fatto al fine di guadagnarsi la possibilità di far finta di essere un’altra persona e avere accesso ad informazioni personali e riservate, quali foto e messaggi privati.

Per proteggersi al meglio, e` bene conoscere a fondo le tecniche utilizzate dai “cattivi” per impadronirsi delle nostre password.

Ecco alcuni dei modi con cui è possibile rubare le password di Facebook e alcuni suggerimenti da seguire per proteggersi.

Di solito un primo tentativo e` quello di indovinare la password dell’utente Facebook provando diverse combinazioni di password, come il nome della fidanzata della vittima o la sua data di nascita. O altre informazioni conosciute che potrebbero essere usate come password. Queste invece non vanno mai utilizzate, una password deve essere il piu` difficile da indovinare sia possibile.

Se un attaccante non riuscisse ad ottenere la password con questa strategia, passerebbe al livello d’attacco successivo.

Inviano delle email di phishing, ovvero una email in cui l’attaccante si spaccia per Facebook. Proponendo all’utente di collegarsi ad un sito Web, che avrà la stessa grafica di Facebook, in cui sarà richiesta la password usata su Facebook. Solo che quando l’utente la immette questa viene comunicata al “cattivo” di turno.

Questi sono gli attacchi piu` banali che possono capitare ad un utente di Facebook, ce ne sono anche altri, ma sono sensibilmente piu` complessi, rari, e assolutamente mirati ad una certa vittima.

State in campana!

Come scoprire cosa Google sa di te

The duckies invade Google
Creative Commons License photo credit: Yodel Anecdotal

Questo articolo e` finanziato da Rossana che tramite una donazione con il pulsante “offrimi una birra” ha contribuito a mantenere le spese di questo sito, grazie!

Se non lo sapete, Google e` una della societa` moderne che raccoglie piu` dati al mondo, relativi ai suoi utenti, alle loro abitudini, a che siti visitano, che cosa cercano, che filmati guardano su youtube, cosa scrivono nei loro blog  e un sacco di altre cose..

Google traccia ogni suo utente, installando sul suo computer un cookie a scadenza smisurata, in modo da poter tracciare ogni singolo computer e utente.

Se volete sapere cosa Google sa di voi, o almeno una piccola parte di cio`, da un po’ di tempo Google ha reso disponibile un servizio di Dashboard dove presenta alcuni dei dati che ha su di voi,collegandosi all’apposita pagina, ed inserendo il proprio indirizzo di posta Google, si può ricostruire la totalità delle informazioni personali in possesso del motore di ricerca e collegate a quel determinato account.

E pensate che quello che vedete e` solo una piccola parte di quello che Google potenzialmente potrebbe sapere di voi..