Archivi tag: radio

Come costruire una microspia radio FM

JTAG board 1
Creative Commons License photo credit: AMagill

La modulazione di frequenza, in acronimo FM (dall’analogo termine inglese frequency modulation), è uno dei sistemi utilizzati per trasmettere informazioni utilizzando un segnale a radiofrequenza. Appartiene alle modulazioni ad onda continua, ovvero quelle che modulano una portante sinusoidale, e tra queste in particolare appartiene a quelle che effettuano modulazione angolare (non lineare) dato che insiste sulla fase della portante. Nella FM vi è un legame lineare tra deviazione di frequenza e messaggio.

La FM consiste nel modulare la frequenza del segnale radio che si intende utilizzare per la trasmissione (detto portante) in maniera proporzionale all’ampiezza del segnale che si intende trasmettere.

La comune radio dell’automobile rappresenta un esempio chiaro di trasmissione FM, con un trasmettitore, l’emittente, e un ricevitore, la vostra autoradio.

Le prime microspie commerciali, ancora tutt’ora diffuse e commercializzate, sono proprio microspie FM. Ovvero dei piccoli trasmettitori miniaturizzati, che utilizzano un microfono per ascoltare il suono ambientale e lo trasmettono su una frequenza FM, che voi potete tranquillamente ascoltare con una comune radio, come quella dell’automobile.

Da questo immagino abbiate già intuito il limite di queste microspie, ovvero che tutti, se la trasmissione non è cifrata, possono ascoltare il contenuto dell’intercettazione. Questo viene comunque limitato dalla poca portata di tali microspie, che si aggira in qualche centinaio di metri se non meno.

Se siete appassionati di elettronica o sapete padroneggiare un saldatore, costruire una microspia di questo tipo è semplice e divertente.

Se volete cimentarvi nella costruzione in rete troverete molti schemi elettronici già pronti per microspie di vario tipo come qui, quo e qua.

Il lato negativo è che dovete porre fiducia nel progetto che trovate, potrebbe anche non funzionare o non essere progettato bene, e costruirvi il PCB, ovvero il circuito stampato, da soli.  E non tutti hanno la strumentazione per farlo.

Quindi vi consiglio di comprare uno dei tanti kit di montaggio, che sono testati e vi forniscono tutti i pezzi di cui avete bisogno, spesso anche risparmiandoci. Ce ne sono tantissimi ma come esempio vi porto questo di FuturaElettronica.